Ideale

di Marco

Hai deturpato il mio amore
lurida sgualdrina,
prosciugate le mie lacrime
ancor insoddisfatta
Che vuoi di più?
T’ho donato il mio corpo
ora martoriato e privo di vita,
hai consumato l’essere
succhiato la vita dalle ossa.
E io indifeso,
lentamente guardavo il tuo volto,
sorridevi maligna
e m’hai ucciso.

Annunci