Cumuli

di Marco

Son circondato da oggetti
di cui mi faccio vanto,
variegate le forme
e la colorazione
son accatastati alla rinfusa.
La polvere ricopre senza discriminazione
mentre le sfumature si fan più opache
e le loro ombre così sottili, delicate.
Non vè più nessun nesso logico
tra sigarette, fogli e libri
se non il puzzo di nicotina
in notti insonni.
Ordine casuale dettato dalla pigrizia
frenesia in pulsazioni astratta
che tarda a farsi sentire.
Anche loro desiderano un luogo in cui riposare,
abbandonarsi lentamente
per poi spegnersi
oramai privi di vita propria.

Annunci