Ritorno alla luce

di Marco

Scivola sul tuo corpo
un’eterea aurea mistica
trascende la forma,
brandello di carne
e indumento.
Sgocciola su di te
bacco e il suo calice,
qual onore
essere pervasa
da tutto ciò.
Aborro dunque la perfezione,
meschinità indotta dall’apatia
così deleteria,
       deteriorante
che voglio solamente fuggire
volare, nuotare
o forse sprofondare.

Annunci