Altri ricordi

di Marco

Mio Amore,
son finiti quei tempi
tra Parigi
e il droghiere all’angolo,
mentre danzavi
dipingevo il giorno
parlavo pacatamente
con garbo ti seducevo.
Le parole han vita propria
ma bruciano ora
nel fuoco dell’oblio,
nulla riporterà l’emozione
la rima falsificata
solo per farti sorridere,
rimane sospeso
corroso il nostro vivere
e nei brandelli di carne
ancor troverò
sublimi tracce del tuo passaggio.

Annunci