Direzioni Diverse

A chi mai leggerà, dormirà e vivrà.

Tag: Interiorità

Primogenito

Interiore appallottolamento
frusciare di pensieri
futuro deviato
di cui ho timore,
seppur a stomaco pieno
carne olio e ortaggi vari,
il mio volto
causa scompiglio.

Tormenti

Si chiudono le porte
al di fuori la notte,
luce artificiale
debole e stanca.
Soffre l’uomo
eterno condannato
al patibolo interiore condotto,
grida di fanciulli
volgarità scandite,
solo un fallito
un pover uomo fallito.