Direzioni Diverse

A chi mai leggerà, dormirà e vivrà.

Tag: Lacerare

Carie

Ho trascorso

notti urlanti sui tuoi sentimenti,
segmenti estemporanei
che ottenebravano la vista.
Ho implorato

perdono per parole
che m’hai ho donato,
al tuo magnanimo essere.
Ho ascoltato

diurni lamenti
che laceravano le pareti,
sbriciolavano le costruzioni.
Ho dimenticato

le tue più care necessità,
evitando i tuoi occhi
che imploravano carità.

Annunci

Ora del decesso incerta

Nella buia notte dormiente
la melodia appariva come:
              “Pericolo imminente
              donne e bambini nei
              sottoscala, uomini
              armati di fucile
              pronti a combattere”
Ansia premeva
a quel suono
che lacerava le tenebre,
rievocazione del passato
delirium tremens
madido di sudore
confessavo le mie colpe
              due corpi
                    assoluti
                    e protetti.

Deturpare

Lacerare ogni membrana del tuo corpo
con cura deteriorare le interiora
flagellando le tue membra
arrecando profonde ferite.
Riducendoti in brandelli
godrò alla vista
rosso tramonto
dei tuoi occhi privi di vita,
sfiorando lividi ed escoriazioni
glorificherò la tua salma,
inutile e frivolo il tuo passato vivente,
di nuova luce illuminato il mio scempio.