Direzioni Diverse

A chi mai leggerà, dormirà e vivrà.

Tag: Liquido

Pestilenza

Ho ferito i miei polsi
e le mie parole
spargendo liquido nel mondo.
Ho contaminato
l’umano essere
e le sue macchinazioni,
mentre vorrei abbeverarmi
alla tua prelibata fonte,
sacro ospizio
di questo mortal corpo.

Annunci

Al destinatario

La notte e il giorno
passaggi intermedi
contenuti in un ampolla

               Promemoria:
               al mattino svuotala

Stillicidio protratto nelle ore,
sincronia di particelle
s’ode oltre le stanze
transitorio liquido
capace di sconvolgerci
gentilmente ti racchiudo,
sopporta l’odore stantio
e il sincero vociare
null’altro puoi fare
ambire, scoprire
scivolando nelle remoti valli
Sii messaggero.