Direzioni Diverse

A chi mai leggerà, dormirà e vivrà.

Tag: tramonto

Il classico aneddoto

Di fanciulli non v’è traccia alcuna
ma bizzarre figure attempate
impreziosiscono ciò che non possiedono.

Porto stellato

Tensione
vene pulsanti
             tramonto
             discesa oscura

braccia tese
rami scossi

Piove
ritorno al passato
a breve
pasto regolare
             preparativi
inni alla gioia
est ed ovest
Battaglia
tra la cruna di un ago
raso al suolo
centro culturale
             Rathaus

sbarbato deambulante
una moneta
fuggi
             ritorna allo spiazzo
plasticità
pecunia
vergogna

Come fossero di cera

Vorrei trascinarmi,
all’alba ritrovarmi,
disteso in fin di vita
tra braccia sconosciute
color ebano
come le nostre madri,
sepolte tra spesso cemento
odoranti d’incenso.

L’orgasmo si protrae

L’odore stantio del mattino
avviluppava l’interesse comune
pungendo le narici inesperte
ed erano sogni ad occhi aperti
come fossero alba e tramonto
madre e padre di questo figlio.
Soprannaturali visioni
alla rinfusa interpretate
fraintendevano le alte cariche
estorcevano il potere assoluto
formando cumuli di vestiti,
sgualciti infuocati ai lati delle strade
tanti saluti da vostro figlio
cara madre defunta,
niente più pianti e isterismi
le lacrime al mio cuscino si fermeranno
come sempre ho fatto
remore dei temporali estivi
e delle punizioni corporali.
Mitologiche confessioni abbozzate
nulla di più veritiero
se non la scienza che voialtri studiate,
nulla di più spontaneo
tra suoni e ritmi
ba la bu ba fa sa ta re
spartiti musicali al vento
al fuoco
il direttore d’orchestra muore
sviene la giovane ragazza
e l’orgasmo si protrae.

Ascesa

Maledette saran le parole
sulla lapide incise,
la mia morte annunciata
al tramonto il corteo,
il mio corpo avvolto nell’oscurità
silenzioso invocherà sepoltura.

Crisalide

Camminavo tra le vie del centro
ove le persone sembran danzare
e le loro membra vibrare,
percorrevo sbadatamente la vita
sostando tra sguardi e intensi profumi
cogliendo ogni istante,
preziosi frutti variegati.
Filamenti invisibili
tendenti all’infinito
intersecano gli uomini,
distratte tangenti sfiorano madri
mentre i figli dormono,
noi tutti siam circoscritti
all’infinito indefiniti,
giochiamo al calar del sole
coricandoci nudi,
portiam consiglio all’onirico fato
compagni di Morfeo.