Direzioni Diverse

A chi mai leggerà, dormirà e vivrà.

Tag: Umani

Autismo

Follia scenica s’apre avanti a me,
percepisco il candore
i repentini cambi d’umore
ch’ accompagnano la disfunzione.
Lungi da me
dal ricercar vetuste consonanze
nell’apparir rinvigorite e spolverate,
sotto mentite spoglie
al dettaglio somiglianti
nell’estrema unione gnostica
popoleremo le nostre Apocalissi
e del sacro nettare,
ingordigia a dismisura,
sfiorarti le labbra
con petali d’incenso
ch’ all’improvviso s’innalzeranno
nell’innaturale compostezza
dedicando a te i miei deliri.
Dal mondo chiedo congedo
genuflettendomi,
mai fummo così umani.

Annunci

Nobiltà

Soave serata
dolce melodica natura
fedele sposa dell’animo,
prelibati i suoi frutti
ametiste nel ciel
tenui rumori
guidano la fantasia
e fan schiave le emozioni.

Quattro grilli
appoggiati alla staccionata
gridano a gran coro
venite venite umani!
E lucciole amanti
gemono nell’aere circostante
illuminando il viale.

Dialoghi tra defunti

A volte muoio
circoscritto nell’insonnia
sopravvivo tra le barricate oniriche,
Morfeo dialoga con Caronte
fitta nebbia che avvolge
lamenti e grida
condannati e ricoverati
in una vana attesa,
attesta speranze
l’umana inefficienza.
A volte dormo
dolce morte cerebrale,
magnetiche repulsioni
radioattive visioni,
encefalogramma piatto
vissuto trasudato
coricarsi morendo.